Comunicati Stampa

Uomini e Ferro: Castellammare, la Fabbrica delle Navi

August Piccard e suo figlioJacques nei Cantieri durante la fase del progetto al batiscafo Trieste
August Piccard e suo figlioJacques nei Cantieri durante la fase del progetto al batiscafo Trieste

Domani l’apertura della suggestiva mostra sui Cantieri Navali

Dal 24 al 28 maggio alle Antiche terme di Stabia

 

Sarà aperta domani, 24 maggio 2017, alle ore 18.30, nel salone espositivo delle Antiche Terme di Stabia “Uomini e Ferro: Castellammare, la Fabbrica delle Navi”, mostra fotografica sui Cantieri Navali Stabiesi che si svolge nell’ambito della cinque giorni di iniziative del “Festival Viviani – Premio Viviani”, il progetto didattico, culturale e spettacolare curato da Giulio Baffi, realizzato dalla Fondazione Campania dei Festival in collaborazione con il Comune di Castellammare di Stabia e con il patrocinio dalla Regione Campania.

 

L’esposizione fotografica, curata da Pro Loco Castellammare di Stabia, rappresenta uno dei momenti più significativi di questa prima edizione del Festival dedicato a Raffaele Viviani. Sono 90 le preziosissime immagini provenienti dall’Archivio Parisio Troncone di Napoli e messe a disposizione dall’Azienda di Cura Soggiorno e Turismo di Castellammare di Stabia, che ricostruiscono in sintesi la storia dal 1928 al 1965 del cantiere navale di Castellammare di Stabia, con le raffigurazioni di alcuni tra i più importanti vari, del periodo dei bombardamenti, di suggestive scene di vita sociale e lavorativa delle maestranze, delle inaugurazioni con le personalità dell’epoca.

 

“Si tratta di una mostra-gioiello dalla quale il gradito visitatore non potrà non rimanere piacevolmente e forse anche nostalgicamente stupito” commenta un emozionato Luigi Coppola, dal 2015 alla presidenza della Pro Loco Castellammare di Stabia, che aggiunge anche “sarebbe bellissimo ampliare e trasformare questa esposizione, che oggi rappresenta un “unicum”, in una mostra permanente a Castellammare, magari da allestire in un futuro Museo del Mare”.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy