EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Abbronzatura, la dieta per il sole

mare,sardegnaPer preparare la cute all’esposizione solare l’alimentazione deve prevedere frutta fresca e colorata, olio extra vergine d’oliva e verdure

Durante la bella stagione l’esposizione al sole è molto maggiore rispetto a quanto accade d’inverno. La cute ha bisogno di essere protetta e preparata all’azione del sole anche attraverso l’alimentazione che deve essere ricca di verdura e frutta fresca e di stagione.

Sole e alimentazione

La produzione di melanina può essere favorita da alcuni cibi di stagione come la verdura e la frutta colorata. D’estate è bene portare in tavola meloni, angurie, pesche ma anche pomodori, melanzane e carote. La salute e la bellezza della pelle si preserva scegliendo alimenti ricchi di vitamine ed antiossidanti come i frutti di bosco, l’uva e le albicocche.

La vitamina A è indispensabile per la cute perché preserva la sua tonicità e freschezza; si trova nelle uova, nelle ciliegie, nel pesce, nei pomodori e nelle albicocche. L’elasticità invece, si difende consumano l’olio extra vergine d’oliva, alla base anche di molti prodotti cosmetici come saponi e creme. Buone quantità di antiossidanti si trovano nel cacao, nel cioccolato, nelle fragole e negli agrumi, come per esempio il limone.

Per preparare la pelle all’esposizione solare è bene assicurarsi una corretta idratazione, bevendo circa due litri di acqua naturale al giorno che può comprendere anche tè verde e tisane.

Al sole in salute

Troppo sole può rivelarsi nocivo per la pelle, non soltanto per quanto riguarda il possibile sviluppo di patologie ma anche per il precoce invecchiamento. Proprio per questo è necessario esporsi con prudenza e sempre dopo aver applicato una buona crema solare. La crema solare deve essere sempre utilizzata, anche quando il cielo è nuvoloso o se si è sotto l’ombrellone. In alcune ore è opportuno evitare l’esposizione perché la percentuale di radiazioni potenzialmente pericolose sono maggiori; è consigliabile quindi non mettersi al sole dalle ore 11.00 alle ore 16.00.

Dopo i bagni di sole è bene utilizzare un prodotto idratante e lenitivo mentre in presenza di scottature sono necessarie soluzioni farmacologiche.

Il sole non deve essere demonizzato perché sono numerose le sue funzioni benefiche sulla pelle e sulle ossa. E’ proprio attraverso i suoi raggi che il corpo produce la vitamina D, indispensabile per la salute dell’apparato scheletrico. Prendere il sole può essere un aiuto naturale anche in caso di alcune patologie della pelle, come l’acne. Bisogna però sottolineare che in cado di problemi di salute sia sempre necessario chiedere il parare del proprio medico.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com