Rubriche

La Quaresima, il cammino verso Pasqua

La Quaresima inizia il mercoledì delle ceneri. Il termine Quaresima indica i quaranta giorni di preparazione alla Pasqua.

La Quaresima

La Quaresima inizia il mercoledì delle ceneri, il giorno successivo al martedì grasso.

Il termine significa quaranta ed indica il numero di giornate utili per giungere a Pasqua. Quaranta è un numero ricorrente nel cristianesimo, basti pensare al diluvio universale e alle giornate di digiuno di Gesù.

La Quaresima è un percorso di purificazione e di rinascita che conduce fino alla risurrezione, ossia a Pasqua. Perché lo spirito si possa effettivamente elevare vengono consigliate alcune pratiche come l’elemosina, la confessione ed il digiuno, ossia l’astenersi dal consumare carne.

Nei giorni quaresimali, il non consumo della carne è valida per il mercoledì delle ceneri, tutti i venerdì, il venerdì ed il sabato santo. Oltre alle carni sarebbe opportuno rinunciare agli alimenti costosi e ricercati, preferendo pietanze semplici.

Il digiuno dovrebbe intendersi come il rinunciare a ciò a cui si tiene particolarmente o piace molto. Si può decidere di ridurre le ore trascorse sui social network, fare più volontariato o impegnarsi a non criticare gli altri.

I comportamenti virtuosi riguardano tutte le sfere dell’esistenza, dalla famiglia ai colleghi di lavoro. Durante questo percorso è importante imparare ad ascoltare e a tendere la mano a coloro che hanno bisogno.

Le ceneri

Il periodo quaresimale prende avvio dal giorno dal mercoledì delle ceneri che segue il martedì grasso.

La celebrazione delle ceneri prevede che il sacerdote metta una piccola quantità di cenere sul capo del fedele. E’ un gesto simbolico utile a ricordare la precarietà della vita terrena ed il desiderio di rinascita. Le frasi rituali che vengono pronunciate dal sacerdote sono un invito a ritrovare la fede a alla vera conversione dei cuori.

Le ceneri si ottengono bruciando i ramoscelli di ulivo e di palme benedette dell’anno precedente. Il mercoledì delle ceneri è di digiuno.

Invece, il rito ambrosiano si presenta con alcune differenze. L’inizio dei quaranta giorni di preparazione non ricorre il mercoledì ma quattro giorni dopo, ossia la domenica. Manca poi il rito dell’imposizione delle ceneri.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close