Un mare di ricette

Il risotto al broccolo romanesco, ricetta vegetariana

Il risotto al broccolo romanesco è un primo vegetariano. Una ricetta per portare in tavola il gusto del broccolo romanesco.

Il risotto al broccolo romanesco


Il risotto al broccolo romanesco è un primo vegetariano ricco di sapore e benessere.

Il broccolo romanesco, oltre ad essere buono, ha un aspetto accattivante. Si trova in commercio a partire dall’autunno fino alla primavera inoltrata. Si può gustare nelle zuppe e nei minestroni, trasformato in crocchette, cotto al forno oppure semplicemente sbollentato.

Il riso è un cereale privo di glutine, molto digeribile e versatile perché si usa anche per cucinare dolci. Apporta vitamine del gruppo B, minerali come fosforo e ferro, antiossidanti e proteine. In commercio si trova anche il riso integrale che ha un quadro nutrizionale più ricco perché subisce un processo di lavorazione meno invasivo.

Per un ottimo piatto a base di riso italiano è necessario scegliere la varietà secondo la ricetta che si intende preparare. Per i risotti sono più indicati il Roma ed il Carnaroli.

Il risotto al broccolo romanesco, la ricetta


Impariamo a preparare il nostro primo vegetariano.

Ingredienti:
250 grammi di riso Roma
400 grammi di broccolo romanesco
Olio extra vergine d’oliva
1 cipolla piccola
Sale
50 grammi di burro
200 grammi di passata di pomodoro
Brodo o acqua calda

Mondiamo il broccolo romanesco sbucciando il gambo e ricavando le cimette. Laviamo bene. Affettiamo la cipolla e mettiamola in una pentola con abbondante olio e una parte di burro. Appena  la cipolla diventa morbida versiamo il riso, giriamo ed aspettiamo alcuni minuti. Bagniamo col brodo, o con dell’acqua calda, ed uniamo le cimette del broccolo ed il gambo tagliato a pezzetti. Mescoliamo ed aggiungiamo la passata di pomodoro.

Cuociamo per circa 15 minuti, girando spesso. Il brodo deve essere aggiunto volta per volta, lentamente. Saliamo, spegniamo la fiamma ed uniamo il burro tenuto da parte. Mescoliamo con cura e serviamo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close