Rubriche

Basilico profumato e magico Le sue leggende

Il basilico è una pianta  erbacea considerata magica. Secondo la leggenda, la sua diffusione nel mondo si deve a sant’Elena.

Il basilico, le leggende


Il basilico è da sempre considerato magico. La leggenda vuole che la sua diffusione per il mondo si debba a sant’Elena, madre di Costantino imperatore.

L’imperatrice notò che proprio al di sotto della croce di Cristo era spuntata una piantina: era il basilico. Pensò allora di coglierla e di farla conoscere a tutti.

Invece, secondo altre versioni, sul calvario il profumo di basilico era così intenso da attirare l’attenzione dell’imperatrice che riuscì quindi ad individuare la croce santa.

Lo stesso nome basilico riporta ad una storia antica. Si tratta di un termine di origine greca che significa l’erba del regnante. Conosciuto sin dai tempi remoti, gli antichi egiziani sfruttavano le sue proprietà e lo ritenevano magico.

Invece, nella Roma antica, il basilico si impiegava sia in cucina che per le sue proprietà medicamentose. Era considerato utile in caso di ferite ed infezioni.

Per secoli divenne uno dei simboli del male, tanto che esistevano dei rituali da attuare sia durante la semina che la raccolta.

Questa pianta è protagonista anche della letteratura italiana medioevale ed in particolare nel “Decamerone” di Boccaccio. La quinta novella è dedicata a Lisabetta da Messina e al suo amore per Lorenzo. La bella Lisabetta ed il garzone Lorenzo si innamorano perdutamente, andando incontro alle ire dei fratelli di lei. Il povero innamorato viene ucciso ed il suo corpo sotterrato in un luogo nascosto. Lorenzo appare in sogno a Lisabetta svelandole dove è stato seppellito. La giovane riesce ad impossessarsi della testa dello sfortunato compagno e la nasconde in un vaso di basilico. I fratelli però scoprono il segreto, gettano il macabro resto e lasciano Messina. Poco dopo, Lisabetta morirà di disperazione.

Le proprietà della piantina profumata


Il basilico contiene vitamina K , vitamine del gruppo B, betacarotene e vitamina A ma anche minerali come calcio, ferro, magnesio e potassio.
Inoltre, ha un lieve potere antibatterico, antinfiammatorio ed antifungino.

Le sue foglie possono essere utili per contrastare difficoltà digestive, meteorismo e gonfiori.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close