Salute

Yogurt può ridurre il rischio di diabete di tipo 2

Lo yogurt è un alimento ricco di proprietà benefiche. Consumarlo regolarmente può favorire la risposta immunitaria e ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Gli effetti sul rischio diabete, la ricerca scientifica


Lo yogurt potrebbe limitare le possibilità di andare incontro al diabete alimentare, noto come di tipo 2. Si tratta di una patologia cronica molto diffusa anche in Italia.

Secondo una ricerca scientifica svolta nel Regno Unito presso l’università di Cambridge questo laimento potrebbe essere utile nel contrastare il diabete di tipo 2. Gli esperti hanno capito che per evitare il diabete di tipo 2 bisognerebbe mangiare almeno 5 yogurt da 125 grammi. L’indagine ha sottolineato come si il rischio di ammalarsi si possa abbassare del 28% introducendo nella dieta quotidiana la quantità pari ad un vasetto.

Lo yogurt ed i suoi benefici


Questo è un alimento consumato da secoli. Vanta tantissime proprietà salutari perchè contiene proteine e minerali come calcio, potassio e fosforo. Apporta anche vitamine del gruppo B, vitamina A e vitamina E.

Il quadro nutrizionale dello yogurt varia non soltanto in base al latte col quel è prodotto, per esempio di capra o vaccino, ma anche in relazione all’aggiunta di altri ingredienti.

Può essere dolce, grazie allo zucchero, oppure alla frutta. In commercio si trovano yogurt magri , sia dolci che al naturale oppure compatti, come il greco.

Lo yogurt si può autoprodurre a casa o con i fermenti, da acquistare in farmacia, oppure con una yogurtiera.

E’ un alimento digeribile che si può consumare a colazione o come spuntino leggero. Se si desidera incrementare l’apporto calorico si può addizionare con della frutta secca o fresca o con dei cereali.

Inoltre, è perfetto per cucinare sia pietanze dolci che salate. Un cucchiaio di yogurt è ottimo nelle zuppe e nelle vellutate ma anche per accompagnare delle verdure lessate.

Nei dolci si può aggiungere nell’impasto di biscotti e torte ma può essere usato per farcire bignè o tartellette.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close