Salute

Barbabietole rosse, benefici ed usi alternativi

Le barbabietole rosse proteggono la salute del cuore, hanno poche calorie e rallentano il processo di invecchiamento. Questi ortaggi sono un tubero ipocalorico ricco di minerali e vitamine.

Barbabietole rosse, le proprietà

Sono un tubero che vanta numerose proprietà benefiche. Sviluppano, circa, 19 calorie ogni 100 grammi, sono prive di colesterolo e ricche di acqua e flavonoidi.

La barbabietola apporta proteine, vitamine del gruppo B, vitamina E e C. Contiene antiossidanti e minerali come potassio, ferro, magnesio e calcio.

Le barbabietole sono indicate per regolarizzare il transito intestinale e preservare la salute delle ossa. Hanno una lieve capacità antinfiammatoria e sono utili per contrastare le patologie visive.

Grazie agli antociani e ai flavonoidi mantengono il benessere dei vasi e del cuore, regolarizzando la pressione arteriosa.

Si tratta di un alimento depurativo, digeribile, rimineralizzante ed in grado di saziare a lungo.

In commercio si trovano precotte e, a partire da fine estate, fresche oppure sotto forma di succo o di polvere. Delle barbabietole si consumano anche le foglie che possono essere stufate e poi condite con olio e succo di limone.

Usi alternativi

Con le barbabietole rosse si possono preparare molti piatti prelibati. Crude si possono aggiungere nelle insalate, per creare antipasti insoliti, per le macedonie o per guarnire i dolci.

Invece, cotte sono perfette per i risotti e le vellutate ma anche per i contorni perché possono essere grigliate o cucinate al forno. Sono un ingrediente versatile col quale preparare torte, gelati e biscotti, frullati e centrifugati. Molto apprezzata è la confettura che si può impreziosire con mele ed uva.

Un uso alternativo della  barbabietola rossa  riguarda la cura delle pelle. Per preparare una maschera idratante e lenitiva si può frullare con la polpa di una banana o del miele. Si stende sul volto, ad eccezione del contorno occhi e labbra e si rimuove dopo circa 10 minuti. Inoltre, col succo si può preparare, velocemente, un tonico  purificante.

Invece, per colorare i primi capelli bianchi si può applicare il succo, lasciandolo in posa per qualche ora. Dopo aver risciacquato si procede con il lavaggio.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close